26 Aug
26Aug

I Celti consideravano l’edera una pianta sacra legata al culto del serpente e del drago. Secondo questo popolo l'edera simboleggiava l’immortalità, probabilmente per la sua caratteristica di essere un rampicante sempreverde e decisamente resistente. Per lo stesso motivo l’edera era considerata anche simbolo dell’eternità dello Spirito e della Natura.

Una delle leggende più affascinanti narra che l’edera nacque subito dopo la nascita di Dionisio per ripararlo dal fuoco che lambiva il corpo della madre, colpita da un fulmine del potente Zeus. L’edera lo avvolse completamente e gli offrì protezione.

L’edera narra nuove storie al muro in cambio di spazio.

(Fabrizio Caramagna)

Secondo un’antica leggenda Gallese, nel castello di Caerphilly, nelle vicinanze di Cardiff, si nasconde il fantasma di una donna assassinata per amore, la dama verde, che è solita nascondersi alla vista dei visitatori del castello trasformandosi per l'appunto in edera.

Il significato più intrigante dell’edera rimane quello dell’amore fedele, soprattutto da parte della donna, che in passato era vista come la parte della coppia più dipendente, più bisognosa di appoggiarsi alla figura dell’uomo. Ed è alle donne che sembra che l’edera porti fortuna, difatti questa pianta fa spesso bella figura sui banchetti dei matrimoni e nei bouquet delle spose.

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.